Dio è sottile ma non è dispettoso.

Così Albert Einstein si pronunciava circa l’esistenza di Dio. Tanti dubbi, tante insicurezze, tanti errori, che hanno permesso a lui e a noi di scoprire e capire un mondo visibile e invisibile. Ma in questi giorni come dimenticare altri giganti meno famosi, Schwarzschild per esempio e il suo orizzonte degli eventi, Wheeler, fu dalle sue teorie che si iniziò a parlare di buchi neri, dato che prima si parlava di “stella oscura” (dark star) o di “stella nera” (black star). Ebbene stupende sono le immagini, le scoperte e le conquiste scientifiche ma come diceva lo stesso Wheeler “Non correre mai dietro un bus, una donna o una teoria cosmologica. Ce ne sarà sempre un’altra nel giro di pochi minuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *