Manovra confermata, ormai è un dogma

A Bruxelles rispondiamo con una lettera che non prevede modifiche alla manovra presentata a ottobre; preoccupati della reazione della Commissione si presentano nei correttivi alcuni interventi. Dismissioni e privatizzazioni, la ricetta per recuperare soldi e far fronte al debito. Però non saranno venduti i gioielli di famiglia, quindi lo Stato venderebbe ai privati quello che non ha valore, trattenendo i cd gioielli. Credo che rispondere al FINANZIAMENTO IN DEFICIT con la dismissione e privatizzazione sia RIDICOLO.

Di seguito alcuni passaggi de IlSole24ore del 14nov2018

Nei correttivi entra la clausola esplicita anti-sforamenti e un rilancio delle dismissioni di immobili pubblici. «Potremo fare più soldi dalla dismissione di quello che non serve», spiega il vicepremier Di Maio lanciando un programma che secondo Palazzo Chigi può valere 18 miliardi, l’1% del Pil. L’obiettivo è di rafforzare il per- corso di discesa del debito. Il Governo rimette in pista un percorso di privatizzazioni per trovare un punto di equilibrio con la Commissione europea sulla manovra. «Priorità agli immobili» ha specificato ieri in serata il vice premier Di Maio parlando di dismissioni che «avranno effetti positivi sul debito, non ci sono i gioielli di famiglia».

Manuela Perrone, Gianni Trovati, Laura Serafini

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *