Passaggio al Regime fiscale agevolato. Non solo benefici.

La manovra, come anticipato dalle parti politiche, dovrebbe contenere l’innalzamento del volume di affari previsto a 65mila euro, esclusione del limite di 20mil euro per i beni ammortizzabili. Per chiarezza è opportuno ricordare ai contribuenti che con l’applicazione di tal regime preclude al contribuente la possibilità di avere agevolazioni, quali le detrazioni per familiari a carico, spese di ristrutturazione etc. Inoltre per chi effettua il passaggio dal regime fiscale ordinario a quello agevolato sarà necessaria la rettifica della detrazione IVA concernente tutti i beni e servizi non ancora ceduti o non ancora utilizzati nell’attività esercitata dal contribuente e i beni ammortizzabili, se non sono trascorsi quattro anni da quello della loro entrata in funzione; il periodo di osservazione è esteso al nono anno successivo nel caso di beni immobili. L’IVA totalmente detratta sarà oggetto di rettifica; quest’ultima va operata nella dichiarazione dell’ultimo anno d’applicazione delle regole ordinarie (aprile 2019) e il versamento va effettuato entro il 16 marzo dell’anno di presentazione della stessa (2019).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *