Presentazione 730/2020.

Con la Circolare n. 9 del 13 aprile 2020 l’Agenzia delle Entrate risponde a diversi requisiti riferiti alle disposizioni del DL 23, 8 aprile 2020.
In particolare le norme restrittive in materia di spostamento e contenimento del Covid -19 hanno prodotto una modifica dell’erogazione dei servizi professionali tributari e dell’assistenza fiscale. Per adempiere alla presentazione dei modelli 730/2020, come per gli anni precedenti, sarà necessario l’acquisizione delle deleghe per la richiesta della DICHIARAZIONE PRECOMPILATA.
ASSISTENZA FISCALE A DISTANZA
Si intende quindi agevolare la tempestiva presentazione della dichiarazione mediante il modello 730, facilitando le modalità di rilascio della delega all’accesso alla dichiarazione precompilata e della relativa documentazione da parte dei i soggetti titolari dei redditi di lavoro dipendente e assimilati.
In particolare, è consentito che i CAF e i professionisti abilitati gestiscano “a distanza” l’attività di assistenza fiscale o di assistenza per la predisposizione del 730, con modalità telematiche, acquisendo la delega sottoscritta dal contribuente.
È, inoltre, previsto che, in caso di necessità determinata, ad esempio, dall’indisponibilità di strumenti, quali stampanti o scanner, il contribuente possa inviare una delega non sottoscritta, ma suffragata da una propria autorizzazione.
L’autorizzazione può essere resa, ad esempio, con strumenti informatici, quali un video o un messaggio di posta elettronica accompagnato da una foto, anche mediante il deposito nel cloud dell’intermediario.

L’autorizzazione all’accesso alla dichiarazione precompilata 730/2020 può essere trasmessa, anche in forma libera, in via telematica, ad esempio, tramite e-mail o sistemi di messaggistica istantanea o mediante il deposito nel cloud del CAF o del professionista abilitato e deve contenere le informazioni essenziali quali:
 il codice fiscale e dati anagrafici del contribuente e la denominazione del CAF o il nome del professionista;
 il consenso all’accesso alla dichiarazione precompilata e al trattamento dei dati personali;
 la sottoscrizione del contribuente.

Resta fermo l’obbligo di regolarizzazione, con consegna delle deleghe e della documentazione, una volta cessata l’attuale situazione emergenziale.
Per la successiva elaborazione e presentazione del modello, per la consegna della documentazione non potrà avvenire in modalità informatica di riceverà solo per appuntamento attenendosi al rispetto delle regole emanate dall’OMS, Governo e Regione Campania a tutela della nostra salute e quella degli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *